domenica 23 marzo 2014

Malibran - Biografia

I Malibran si formano a Catania nell’estate del 1987 e cominciano subito a suonare brani di propria composizione, in classico stile progressive rock. Alla fine del 1988 la line up comprende GIUSEPPE SCARAVILLI  (voce e chitarra), GIANCARLO CUTULI (flauto e sax), JERRY LITRICO ( chitarra), ANGELO MESSINA (basso), ALESSIO SCARAVILLI (batteria) e BENNY TORRISI ( tastiere). Con questa formazione registrano cinque dischi: THE WOOD OF TALES (1990, unico in vinile), LE PORTE DEL SILENZIO (1993), LA CITTA’ SUL LAGO (1998), IN CONCERTO (2000) e OLTRE L’IGNOTO (2001), i primi due per la romana Pegaso Records, i successivi per la Mellow Records di San Remo.Tengono concerti sempre più spettacolari in ogni parte della Sicilia, si esibiscono varie volte a Roma e partecipano ai maggiori festival progressive italiani ( Castelverde ‘89, Mondovì ‘91, Altomonte ’94). Su L’ ITALIA DEL ROCK, edito da LA REPUBBLICA, sono indicati come uno dei gruppi più importanti della nuova scena prog tricolore. Suonano insieme agli OSANNA, agli ANEKDOTEN e compaiono sulla Enciclopedia del Rock Italiano (Arcana Editrice, 1993). Nel 1996, alla Festa del 1° Maggio tenuta a Catania con Edoardo Bennato e Gino Paoli, hanno di fronte ventimila persone. Nel 1999, a Belpasso, sono sul palco con il BANCO DEL MUTUO SOCCORSO, e nell’ottobre 2000 suonano in America, in North Carolina, in occasione del ProgDay festival, insieme alle migliori formazioni progressive internazionali. Partecipano inoltre alla raccolte MOLECOLE (Kaliphonia, 1995) e SONGS FOR JETHRO, tributo ai JETHRO TULL (Il Popolo del Blues, 2000). Nel 2001 Cutuli e Torrisi decidono di lasciare la band, che prosegue comunque l’attività ridotta a quartetto, con Giuseppe Scaravilli impegnato anche al flauto. Dopo la ristampa brasiliana dei primi due dischi (Rock Symphony,1999), nel 2002 la Mellow pubblica THE WOOD OF TALES PLUS e nel 2003 STRANI COLORI, raccolta di pezzi rari ed inediti. LIVE ON STAGE 1994 è invece il titolo del CD pubblicato dalla brasiliana Rock Symphony nel 2004. Vengono invitati all'edizione 2002 del 'Crescendo prog festival' in Francia, ma devono rinunciare. Nel 2003 il previsto show dei Malibran in apertura della esibizione palermitana dei JETHRO TULL  è annullato all’ultimo momento dagli organizzatori locali. E’ del settembre dello stesso anno la data al BLOOM di Milano con i DEUS EX MACHINA, mentre la francese Musea pubblica il triplo KALEVALA, opera di artisti vari, compresa la band siciliana, che partecipa anche al natalizio TANTI AUGURI CD ( 2003) e a THE LETTERS, tributo ai KING CRIMSON dell'anno dopo. Cancellato il concerto della PFM che i Malibran avrebbero dovuto aprire nell’estate 2004 a Catania, viene affidata alla Electromantic Music di Beppe Crovella (ARTI E MESTIERI) la pubblicazione del DVD antologico 10 ANNI IN CONCERTO (2005). Spezzoni di questo stessa raccolta vengono proiettati sul maxi-schermo del primo Prog Festival di Buenos Aires. Tra il 2005 e il 2006 Giuseppe Scaravilli mette su CD circa 50 concerti della band, registra da solo THE HOME STUDIO SESSIONS e partecipa come ospite (in veste di flautista) alla ITULLIANS CONVENTION di Novi Ligure, prima di Ian Anderson, gli ex JETHRO TULL Glenn Cornick, Clive Bunker e Dave Pegg, più  John Weathers (ex GENTLE GIANT). Nel 2006 i Malibran suonano anche all’ANDRIA PROGFEST, con BALLETTO DI BRONZO, OSANNA, METAMORFOSI, BANCO DEL MUTUO SOCCORSO, MALAAVIA e CONQUEROR. Il libro di Donato Zoppo dedicato alla Premiata Forneria Marconi paragona proprio i Malibran alla PFM quanto a spettacolarità sul palco. Nel 2008 esce TRASPARENZE, il nuovo disco: in realtà si tratta più un lavoro solista di Giuseppe Scaravilli, con collaborazioni interne ed esterne al gruppo. Il brano omonimo vince il concorso nazionale 'Progcontest' del 2008 e arriva alla finale dei 'Progawards' dell'anno successivo. La band si esibisce dal vivo fino all’agosto 2010. Quindi i Malibran si fermano per un paio di anni a causa di problemi di salute del vocalist, ripartendo a fine 2013 con n nuovo tastierista, Alberto Litrico, fratello di Jerry, e con Giuseppe Scaravilli  che passa al basso. Dall'estate 2015 il gruppo si riduce ad un trio, senza più le tastiere. Sempre nel 2015 la Mellow Records pubblica una nuova versione de LE PORTE DEL SILENZIO, con un missaggio diverso e bonus tracks, mentre l'autorevole rivista 'PROG' inserisce questo disco tra i 10 migliori del progressive italiano degli anni '90. La AMS / BTF nel 2016 dà invece alle stampe la raccolta di rarità intitolata STRANIERO, mentre è del 2018 il decimo disco dei Malibran, LIVE ANTHOLOGY, che festeggia il 30° anno di attività della band.

Nessun commento:

Posta un commento